biografia

chi È Sgarbi

Nato a Ferrara l’8 maggio 1952.

Laureato in filosofia con specializzazione in storia dell’arte presso l’Università di Bologna.

 

È funzionario – storico dell’arte direttore coordinatore – assegnato alla Soprintendenza ai beni artistici e storici di Venezia. Saggista e conduttore televisivo.

 

sgarbi

© foto di Giordano Morganti

 

È autore di numerose pubblicazioni sull’arte e sulla critica d’arte...

È autore di numerose pubblicazioni sull’arte e sulla critica d’arte tra le quali: “Carpaccio”, Capitol Editore, Bologna, 1979; ha curato gli atti del convegno nazionale su Lorenzo Lotto (Asolo, 1980); “Palladio e la Maniera. I pittori vicentini del ‘500 e i collaboratori del Palladio, 1530-1630”, Electa, Milano, 1980; “Pietro Longhi. I dipinti di Palazzo Leoni Montanari”, Electa, Milano, 1982; “Gnoli”, FMR Editore, Milano, 1983 (Premio Acquasparta); “Antonio da Crevalcore e la pittura ferrarese a Bologna”, Mondadori, Milano, 1985; “Il sogno della pittura”, Marsilio Editori, Venezia, 1985 (Premio Estense 1985); “Carlo Guarienti”, Fabbri Editore, Milano, 1985. Ha curato la mostra su Valerio Adami nel 1985 al Centre Georges Pompidou e diverse mostre fra le quali: “Paesaggio senza territorio”, 1986; “Natura morta”, 1987, e “Il ritratto”, 1991, per il Castello di Mesola; “Vitalità della figurazione” (1988) per il Palazzo della Permanente a Milano. Mattioli (Il Bulino, 1987), Vangi (Il Bulino, 1988), Soutine (L’Obliquo, 1988). “Storia Universale dell’arte”, a cura di Vittorio Sgarbi, Mondadori, Milano, 1988; “Rovigo. Le chiese”, Inventario dei beni artistici e storici di Rovigo, Marsilio Editore, Venezia, 1988; “Davanti all’immagine”, Rizzoli Editore, Milano, 1989 (Premio Bancarella 1990, nove edizioni, duecentomila copia); “Il pensiero segreto. Viaggi, incontri, emozioni” (settecentomila copie), Rizzoli Editore, Milano, 1990; “P. Brandolese. Del genio de' lendinaresi per la pittura”, Minelliana, Rovigo, 1990; “La Certosa di Pavia. Le tarsie lignee”, Torchio de' Ricci, Pavia, 1990; Ha curato la mostra e il catalogo di Botero. Dipinti, sculture, Disegni, Forte di Belvedere, Firenze (giugno 1991); “Dell’Italia. Uomini e luoghi”, Rizzoli Editore, Milano, 1991 (Premio Fregene 1991); “Roma: dizionario dei monumenti italiani e dei loro autori”, Bompiani, Milano, 1991. Per la Fonit Cetra ha curato “Poesie d’amore” di John Donne, Andrew Marvell, William Shakespeare, traduzione di Vittorio Sgarbi (novembre, 1991). Ha curato la mostra e il catalogo “Scultura italiana del primo Novecento”, Castello di Mesola, Ferrara, maggio 1992; “Arturo Nathan. Illusione e destino”, Centro Saint-Benin, giugno 1992, “Le mani nei capelli”, Mondadori, Milano, 1993; “Lo sgarbino. Dizionario della lingua italiana”, Edizioni Larus, Bergamo, 1993; “Onorevoli fantasmi”, Mondadori, Milano, 1994.

Nel settembre 1994 è stata pubblicata dall’editore Liana Levi di Parigi, dall’editore Abbeville in America e dall’editore Hirmer in Germania la monografia su Vittore Carpaccio.

 

 

Nelle Lezioni Private pubblicate da Mondadori nel novembre 1995 parla di arte, di poesia e di letteratura mantenendo intatta quell’attenzione costante alle vicende della nostra quotidianità.
Nel novembre 1996 è uscito il secondo volume di “Lezioni Private”, edito dalla Mondadori.
Nel maggio 1998 è uscito il volume “Notte e giorno d’intorno girando” edito dalla Rizzoli.
Nel 1998 è uscito il volume “Gli immortali” edito dalla Rizzoli.

 

Il 5 dicembre 1998 è uscito il volume “A regola d’arte”, edito dalla Mondadori, del quale sono state realizzate nove edizioni.

 

Ha condotto dal 1992 al 1999 la fortunata rubrica televisiva Sgarbi Quotidiani. Nel dicembre 1999 ha pubblicato con la Casa Editrice Mondadori il volume “La casa dell’anima”. Nel dicembre 2000 è stato pubblicato il volume “Le tenebre e la rosa” edito dalla Rizzoli e una riedizione de “La storia universale dell’arte”. È stato titolare della rubrica televisiva “La casa dell’anima” e della trasmissione “Sgarbi Clandestini” in onda su Telemarket.

 

Vincitore del Premio Internazionale Flaiano per la televisione, 2000.

 

Nel mese di novembre 2001 è stato pubblicato il libro “Percorsi perversi” edito dalla Rizzoli.

Nel mese di marzo 2002 è stato pubblicato dalla Rizzoli, per la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, il volume “Viaggio sentimentale e pittorico di un emiliano in Romagna”.

Nel mese di ottobre 2002 la Casa Editrice Bompiani ha pubblicato “Il bene e il bello. La fragile condizione umana” che, nel mese di dicembre, ha raggiunto la II edizione.

Nel mese di dicembre 2002 è stato pubblicato il volume “Da Giotto a Picasso” (Skira Editore).

Nel mese di gennaio 2003 la Skira Editore ha pubblicato il volume su Francesco Mazzola detto il Parmigianino in occasione del V° centenario della nascita del pittore.

Nel mese di gennaio 2003 è stato nominato, con decreto ministeriale, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Urbino. È uscito nel mese di novembre uno degli ultimi libri da lui scritto, edito dalla casa editrice Rizzoli Libri Illustrati, “Un Paese sfigurato”, oltre a il “Parmigianino” e “Francesco Del Cossa”.

Nel mese di Aprile 2004 la casa editrice Bompiani ha pubblicato “Dell’Anima” e “Andrea Palladio. La luce della ragione”.

Nel 2005 sono stati pubblicati “Vedere le parole. La scrittura d’arte da Vasari a Longhi”, “Caravaggio” (pubblicato invece dalla Casa Editrice Skira) e “Ragione e passione” .

Nel 2008 è stato pubblicato “Clausura a Milano e non solo… “ e nel 2009 “L’Italia delle meraviglie. Una cartografia del cuore” (pubblicati da Bompiani).

 

Docenze universitarie

Ha svolto l’insegnamento di storia delle tecniche artistiche presso l’Università di Udine (1984-1988) e l’insegnamento di storia della fotografia presso l’Università di Bologna (1974-1978).

 

Attività sociali e culturali

Collabora con “Bell’Italia”, “Il Giornale”, “L’Espresso”, “Panorama”, “Restauro & Conservazione”, “Oggi”, “Arte e Documento”.

È accademico dell’Accademia Georgica di Treia e della Rubiconia Accademia dei Filopatridi. È commendatore dell’Ordine di San Maurizio e Lazzaro.

È Presidente del Comitato Nazionale delle Celebrazioni su Mattia Preti.

È stato membro della Commissione delle attività culturali del Comune di Cremona.

È stato membro della Commissione per le attività Culturali del Comune di Lecce.

Èstato Commissario per le arti e il restauro architettonico della città di Padova di cui ha curato i cataloghi sulle mostre di Giotto e di Donatello.

È stato direttore del Festival Teatrale di Asti nell’anno 2000.

È Presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del V° centenario della nascita di Francesco Mazzola detto il Parmigianino.

È Presidente del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del V centenario della morte di Andrea Mantegna.

Nel mese di gennaio 2003 è stato nominato, con decreto ministeriale, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Urbino.

 

Profilo politico

Incarichi istituzionali ed attività parlamentare
Nella XI legislatura ha fatto parte della Commissione Cultura, scienza e istruzione e della Commissione Stragi. Nella XII legislatura è stato Presidente della 7° Commissione Permanente – cultura, scienza e istruzione ed ha fatto parte della Giunta per le autorizzazioni a procedere.

Inizialmente iscritto al Gruppo di Forza Italia, è passato al Gruppo Misto. Primo firmatario di 10 proposte di legge in materia di: celebrazioni per il quinto centenario della morte di Angelo Poliziano;

concessione di un contributo da parte dello Stato a favore dell’associazione nazionale “Italia nostra”; riforma delle Accademie di belle arti, dell’Accademia nazionale di danza, dell’Accademia nazionale di arte drammatica, degli istituti superiori per le industrie artistiche e dei conservatori di musica; celebrazioni per il quinto centenario della morte di Cosmé Tura; celebrazione del quarto centenario della morte di Torquato Tasso; ricostruzione della Torre Civica di Pavia; sostegno della esposizione “La città del cinema”, realizzata dall’Ente cinema Spa in occasione del centenario del cinema; provvedimenti urgenti per l’Ente autonomo la Triennale di Milano; tutela del diritto alla salute delle persone sottoposte a misure privative o limitative della libertà; norme per l’accoglienza del neonato. Cofirmatario di 35 proposte di legge, ha presentato interpellanze e 36 interrogazioni. Nella XIII legislatura ha fatto parte della 3° Commissione permanente – affari esteri e comunitari. È stato eletto deputato al Parlamento Europeo il 13 giugno 1999. È stato eletto Consigliere della Regione Sardegna il 13 giugno 1999.

 

Precedenti
consultazioni elettorali

Eletto Deputato, dopo le consultazioni politiche del 5-6 aprile 1992, nella Circoscrizione Sassari-Nuoro-Oristano, con 11.438 voti di preferenza. Rieletto nelle consultazioni del 27-28 marzo 1994, nella lista di Forza Italia per il riparto proporzionale dei seggi, nella XXIII Circoscrizione Calabria.

Nel 1992 è stato eletto deputato al Parlamento italiano e nel dicembre 1992 è stato eletto Sindaco del Comune di San Severino Marche. È stato Presidente della VII Commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera dal giugno 1994 al giugno 1996.

È stato eletto deputato al Parlamento Europeo il 13 giugno 1999.

È stato eletto deputato al Parlamento italiano il 13 maggio 2001 ed è stato Sottosegretario ai Beni Culturali.

È dal 2005 Alto Commissario per la valorizzazione della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina (EN).

È componente della Commissione consultiva del Prefetto per la Cattedrale di Noto (SR).

È stato da Maggio 2006 a Maggio 2008 Assessore alla Cultura del Comune di Milano.


Il 30 giugno 2008 è stato eletto Sindaco del Comune di Salemi (TP).

 

Da Giugno 2010 è Soprintendente del Polo Museale di Venezia.